Il match del secolo apre nuovi orizzonti per la comunicazione dello sport

Lo sport è un settore estremamente competitivo tanto per chi scende in campo quanto per chi lavora dietro le quinte ad esaltare i successi sportivi della sua fazione.

Il recente match di boxe tra Mayweather e McGregor ha dimostrato come il mondo digitale abbia portato la competizione sportiva su un piano totalmente nuovo. Il fatto che due atleti, campioni nelle rispettive discipline, si possano scontrare sullo stesso ring per dar vita allo show del secolo, è in un certo senso una rivoluzione.

Per chi segue il calcio, questa è stata l’estate dei grandi acquisti del nuovo Milan di proprietà cinese. Dopo gli ultimi anni difficili dell’era Berluconi presidente, caratterizzati da pochi investimenti e calciatori mediocri, adesso il vento sembra cambiato.

La nuova proprietà, al suo primo calciomercato estivo, ha sbalordito tutti spendendo oltre 200 milioni per rinforzare la squadra con nuovi innesti.

Florentino Perez
Florentino Perez

La notizia di un nuovo ciclo in arrivo è rimbalzata ovunque, generando tantissime reazioni.

Il presidente del Real Madrid, Florentino Perez, ha subito commentato augurando al Milan di tornare quello di un tempo e riconoscendo la squadra milanese come unico vero avversario del Real.

Leggendo il suo commento, ho notato alcune analogie con il tweet che Mercedes Benz Italia aveva lanciato per dare il benvenuto alla nuova Alfa Romeo Giulia come reale competitor nelle corse automobilistiche.

Il team digital di Mercedes non è nuovo a questo tipo di contenuti. E’ davvero sorprendente la tempistica ottimale con cui producono questi messaggi molto originali.

Nonostante il calcio e le corse automobilistiche siano ambiti molto diversi, si tratta di messaggi inaspettati che accrescono la visibilità di un potenziale concorrente futuro.

Ma perchè Real Madrid e Mercedes hanno scelto questa strada?

Per rafforzare la propria posizione di leadership

Quale momento migliore per raggiungere un audience così specifica come i fan di Alfa Romeo e Milan? Il momento in cui un brand storico si trova nel pieno del suo rilancio è quello ideale per battere un colpo.

Se è vero che i brand vengono giudicati con lo stesso metro di giudizio delle persone, mostrare a tutti quanto il proprio marchio sia pronto ad accogliere a braccia aperte un leader del passato non ha prezzo.

Per evidenziare la distanza rispetto ai competitor attuali

Riaffermare la propria leadership marcando la differenza rispetto ad altri competitor è una mossa furba.

Se il Presidente del Real Madrid ha esplicitamente precisato di non aver mai percepito il Barcellona come reale concorrente, la Mercedes ha portato alla luce un pezzo di storia per dimostrare implicitamente come la maggior parte delle altre case automobilistiche non abbiano una storia così gloriosa.

Per mettere sotto pressione un competitor futuro

Certamente questi auguri sono un atto cavalleresco e di buon auspicio, soprattutto perchè arrivano in un momento di ricostruzione.

Di contro questo sposterà inevitabilmente un po’ di attenzione verso il confronto con i leader. Il paragone con i migliori diventerà sempre più insistente.

Proprio come in una competizione sportiva, l’abilità dei brand storicamente italiani starà nel proseguire per la propria strada evitando di voler strafare ad ogni costo.

Le nuove frontiere dello sport iniziano a regalarci tante novità anche nell’ambito della comunicazione!