Linkedin e Microsoft insieme, ecco l’email ai dipendenti

Lunedi c’è stato l’annuncio dell’acquisizione di Linkedin da parte di Microsoft per 26,2 miliardi di dollari. Microsoft pagherà 196 dollari per ogni azione dell’azienda.

Il CEO di LinkedIn Jeff Weiner rimarrà CEO del social network per i professionisti, riportando direttamente al CEO di Microsoft Satya Nadella.

Ecco il grafico che testimonia l’impatto immediato sul valore delle azioni di Linkedin :

Linkedin shares
La crescita del valore delle azioni di Linkedin

Vi ricordate quando a Febbraio il valore delle azioni di Linkedin crollò del 28%? In quell’occasione Weiner, a testimonianza dell’attenzione straordinaria che ha sempre avuto verso i suoi dipendenti, invece di rilasciare qualche dichiarazione pubblica, tenne un discorso emotivo in una meeting room gremita, ne potete vedere un frammento  qui .

Penso quindi che anche questa volta, il modo migliore per capire davvero quale sia l’obbiettivo di questo accordo storico sia leggersi l’email che Weiner ha inviato ai dipendenti ieri. Eccone alcuni passaggi:

Il 15 dicembre 2008 è stato il primo giorno del miglior lavoro che abbia mai avuto. Le mie motivazioni per entrare in LinkedIn erano semplici: avere l’opportunità di lavorare con Reid Hoffman, fondatore che ho sempre ammirato e rispettato; partecipare a un team di talento e estremamente coinvolto; e aumentare in maniera esponenziale le registrazioni ed il business di LinkedIn, cose che avevano la possibilità e capacità di trasformare radicalmente il modo in cui tutti interagiamo con il mondo lavorativo.

Ma passiamo alla sezione dove Weiner risponde a chi potrebbe sentirsi tradito da questo accordo:

Perchè insisto nel sostenere che saremo ancora più padroni del nostro destino dopo n’acquisizione di questo tipo?

Immaginate un mondo in cui non dovremo più stare a guardare i titani della tecnologia come Apple, Google, Microsoft, Amazon e Facebook, e chiederci come sarebbe operare al loro livello straordinaria – perché saremo uno di loro.

Immaginate un mondo in cui non dovremo più reagire all’intensificazione del panorama competitivo – saremo leader con opportunità che la maggior parte delle aziende possono solo sognare di avere.

Immaginate un mondo in cui non siamo spinti a rinunciare ad investimenti nel lungo termine, con la paura di bloccarci, o ostacolati nel modo di premiare e acquisire nuovi talenti a causa dei problemi di prezzo delle azioni, ma potremo costantemente investire in modo intelligente verso la realizzazione della nostra missione e la visione.

E immaginate un mondo in cui una crisi economica globale non limita la nostra capacità di esecuzione, ma rafforza la qualità essenziale del nostro scopo e in realtà rafforza la nostra determinazione nel momento in cui le persone hanno più bisogno di noi.

Con le notizie di oggi, non dovremo più immaginare niente di tutto ciò, perché da ora questa è la nostra realtà.

Satya Nadella è riuscito a convincere Weiner soprattutto garantendo l’indipendenza.

Tutto questo sarà infatti possibile vista la volontà di considerare Linkedin una realtà completamente indipendente all’interno di Microsfot, modello che ha già funzionato nel recente passato per società come YouTube, Instagram e WhatsApp.

Ma dal momento che Weiner cita tanti grandi Tech Titans come Apple, Amazon e Facebook, perchè la scelta è ricaduta proprio su Micorosoft? Perchè gli obbiettivi delle due società sono comuni: se per Linkedin lo scopo è collegare tutti i professionisti per renderli più produttivi e di successo, Microsoft vuole supportare ogni individuo e società del mondo per aiutarli a migliorarsi costantemente in ambito lavorativo.

Il primo passo per il raggiungimento di questi obbiettivi sembra essere l’integrazione Linkedin con tutti i principali strumenti di lavoro di Microsfot, a partire dal CRM.

Il tempo ci dirà quando e come arriveranno queste intriganti novità e quale sarà la prima nell’ordine.