Snapchat incalza Facebook con “Memories”

Perchè bisognerebbe iniziare a guardare Snapchat con un occhio diverso? L’ultima novità che è stata introdotta è la prima delle motivazioni per importanza.

Dal 2011 ad oggi Snapchat si è affermato come il canale migliore per condividere contenuti che scompaiono automaticamente. Nel corso del tempo, l’azienda ha aggiunto un gran numero di altre opzioni per la condivisione di immagini e video effimeri, chat di testo, emoticon, filtri, tag geolocalizzati, ed una sezione “Discover” dove marchi e sponsor possono pubblicare contenuti in streaming.

In controtendenza con tutto ciò, Snapchat ha ora lanciato “Memories”, che darà agli utenti la possibilità di salvare all’interno della stessa App foto e video che sono stati condivisi.Snapchat App Memories

Il lancio di Memories suggerisce la volontà di colmare le lacune per competere allo stesso piano con Facebook e Instagram.

Bisogna ricordare che la popolarità di Snapchat si è dimostrata molto più di una semplice moda passeggera: è di Giugno la notizia del sorpasso ai danni di Twitter per numero di utenti attivi ogni giorno.

Siccome fino ad ora gli utenti potevano conservare le proprie foto e video di Snapchat solo esportandoli dalla App alle loro gallerie della fotocamera (o attraverso screenshot fatti da amici), sorgeva un grande problema: gli utenti dovevano lasciare l’applicazione, dove ci sono gli inserzionisti, per visualizzare i propri contenuti.

Con Memories, Snapchat consente agli utenti di salvare i singoli scatti o selezioni di immagini direttamente nella App, per poi raggrupparli a piacimento creando qualcosa di nuovo. Questo crea un “effetto nostalgia” molto simile al modo con cui Facebook ripropone elementi passati da uno o più anni.

facebook memoriesSi tratta di un elemento cruciale che a Snapchat mancava. Da ora, gli utenti apriranno l’applicazione non solo per condividere qualcosa in diretta, ma anche per conservare i propri ricordi e rivivere eventi passati.

In risposta a questa notizia, Gizmodo ha realizzato un articolo molto popolare dal titolo “Snapchat è rovinata”, lamentando che la presenza di inserzionisti ha causato uno sconfinamento dalla semplice condivisione di immagini in tempo reale a favore di contenuti modificati e perfetti tipici di un approccio aziendale.

Ora che Snapchat ha attirato una grande massa di utenti (e gli inserzionisti con loro), Memories sarà la strategia giusta per mantenere la loro attenzione – e combattere ad armi pari con la concorrenza?