Verizon acquista Yahoo! Ma anche tante occasioni sfumate..

Lunedi mattina Yahoo ha annunciato la fine del lungo processo di vendita del suo core business a Verizon per 4,8 miliardi di dollari in contanti. L’operazione conclude l’indipendenza di una delle aziende più iconiche della Silicon Valley.

La vendita riunirà Yahoo con un’altra star decaduta, AOL, il primo portale web che Verizon ha comprato l’anno scorso per 4.4 miliardi di dollari. Il più grande provider wireless degli Stati Uniti sta scommettendo quasi 10 miliardi di dollari che con l’unione delle due piattaforme guadagnerà un vantaggio immenso nei settori mobile, tecnologia e pubblicità da sfruttare attraverso i suoi oltre 140 milioni di abbonati.

Yahoo è nata nel 1994 come “Jerry’s guide to World Wide Web“, un elenco di siti web a cura di studenti dell’Università di Stanford Jerry Yang e David Filo. La crescita è stata veloce, dal momento che milioni di americani hanno cominciato ad avere connessioni Internet dial-up e avevano bisogno di una home page che li avrebbe indirizzati verso tutte le loro destinazioni essenziali. Nel 1996 Yahoo si quota in borsa e guida la bolla del  digitale ad altezze epiche, raggiungendo un picco di 500 dollari ad azione nel gennaio 2000.

La notizia più grande della storia di oggi è come Yahoo sia riuscita a sperperare questo grande vantaggio lasciandosi sfuggire ogni ondata di innovazione in termini di tecnologia, ricerca, social e mobile. Yahoo rimane in gran parte la stessa società che era un decennio fa – un portale a cui centinaia di milioni di utenti si affidano a per tutto, dalle notizie e meteo a funzioni chiave come e-mail e giochi. Ora che però l’attenzione del mondo si è spostata alle applicazioni per smartphone, il vantaggio di Yahoo nel mondo del desktop ha iniziato a svanire.

Ricordo due momenti chiave che descrivono alcune delle opportunità perdute.

  • Estate 2002: Yahoo avrebbe potuto comprare Google per 5 Miliardi. Ha scelto di non procedere dicendo che Google era sopravvalutata (ora Google vale circa 500 miliardi)
  • Febbraio 2008: Microsoft voleva acquisire Yahoo per 45 Miliardi ma Yahoo ha ritenuto di essere sottovalutata.

L’unica cosa che ha tenuto a galla Yahoo per tutto questo tempo è la rischiosa puntata da 100 milioni di Jerry Yang su Alibaba nel 2005, garantendosi il 40% di quello che sarebbe diventato il re delle società di e-commerce cinesi. Yahoo ha venduto parte di tale fetta nel corso del tempo: la sua quota attuale ha oggi un valore di oltre 30 miliardi di dollari.

L’investimento è quindi stato un tale successo da acquisire un valore molto superiore rispetto al core business di Yahoo oggetto dell’acquisizione di questi giorni.

Marissa Mayer, CEO di Yahoo ed ex dirigente di Google, ha voluto comunciare ai dipendenti l’avvenuto accordo con un’email resa pubblica. Ne riporto di seguito i passaggi principali perchè, nonostante sia chiaramente ideata per la pubblicazione, dà un idea senza filtri di come leader di questo peso vogliano proporre sè stessi ed il loro lavoro al mondo.

Cari Yahoos,

Pochi istanti fa abbiamo annunciato un accordo con Verizon per l’acquisizione del core business di Yahoo. Questo è il culmine di un attento, approfondito processo in corso da molti mesi e produce un grande risultato per l’azienda. L’annuncio di oggi non solo ci porta un passo importante verso la separazione di business operativo di Yahoo da parte dei nostri pali di asset azionari asiatici, presenta anche interessanti opportunità per accelerare la trasformazione di Yahoo. Tra i tanti soggetti che hanno mostrato interesse per Yahoo, Verizon è quello che ha creduto di più nel valore immenso che abbiamo creato.

Questo è un buon momento per riflettere sul cammino di Yahoo fino ad oggi.

Yahoo è la società che ha cambiato il mondo. Prima di Yahoo, Internet era un progetto di ricerca del governo. Yahoo ha umanizzato e reso popolare il web, le e-mail, la ricerca, i media in tempo reale e molto altro ancora.

Ma ci sono cose che non si può misurare, come la passione delle persone dietro i prodotti. Le squadre qui non solo hanno costruito prodotti e tecnologie incredibili, ma hanno costruito Yahoo in una delle aziende più iconiche, e universalmente ben volute in tutto il mondo. Un’azienda che continua a influenzare la vita di più di un miliardo di persone. Sono incredibilmente orgogliosa di tutto ciò che abbiamo raggiunto, e sono incredibilmente orgogliosa del nostro team. Io personalmente, ho intenzione di rimanere. Amo Yahoo, e credo in tutti voi. E ‘importante per me vedere Yahoo anche nel suo prossimo capitolo.

Yahoo ha cambiato il mondo. Ora, con ancora più risorse, continueremo a farlo in collaborazione con Verizon e AOL.

Grazie,

Marissa