Auditel e monitoraggio tv come strumenti per le aziende

Auditel ha compiuto 30 anni.

La notissima società che analizza le tendenze tv e gli ascolti, mostrando dati e influendo notevolmente sul palinsesto tv e sulle pubblicità.

In occasione dell’anniversario, alla Camera dei Deputati si è tenuta la conferenza “Le nuove sfide, la società italiana che cambia” per presentare le innovazioni che la nostra società sta affrontando , in un contesto dove è sempre più presente la tecnologia.

Durante la conferenza Auditel ha presentato la “Relazione annuale di Auditel 2017” dove emerge che:

“Negli ultimi anni il mercato televisivo ha subito mutamenti radicali, la digitalizzazione dei contenuti e l’innovazione tecnologica hanno dato spazio a nuovi soggetti, nuovi linguaggi e nuove modalità di fruizione.
In poco più di un decennio dalle 6/7 reti nazionali generaliste, oggi si possono contare centinaia di emittenti. L’innovazione tecnologica ha poi moltiplicato le piattaforme intrecciando l’etere e il web.”

auditel

La tv come strumento di brand awarness

Quanto dichiarato da Auditel pone una questione importante. Nonostante le nuove tecnologie, le innovazioni e i nuovi linguaggi, la televisione rimane comunque uno strumento usato dagli italiani e quindi il dispositivo generalista e che arriva a più persone.

Per un’azienda che voglia diffondere il proprio messaggio e aumentare la propria brand awarness, la televisione è il modo per arrivare a più gente nel minor tempo possibile.

Nonostante si parli sempre di social media, la TV è ancora un’opportunità se sfruttata nel modo adeguato.

Auditel fornisce dati fondamentali per tantissime realtà ed enti di ricerca. Le sue rivelazioni hanno stroncato diversi programmi tv o personaggi pubblici.

Chi guarda maggiormente la tv, quali fasce d’età, in che modo si fruisce dello strumento? Queste e tante altre sono le informazioni fornite da Auditel.

Monitoraggio tv per analizzare e studiare

Un’intervista, una pubblicità, un servizio giornalistico o un programma tv, possono raggiungere milioni di utenti.

Attraverso un servizio di monitoraggio ed analisisarà possibile scoprire anche analisi relative a giorni ed orari, temi affrontati e un audio e uno streaming dell’intervento televisivo.

Il monitoraggio costante della televisione rappresenta uno strumento ineguagliabile per un’impresa particolarmente esposta mediaticamente.

L’Eco della Stampa dal 1987 monitora la televisione italiana: canali terrestri e satellitari su scala nazionale e locale.

Grazie ad avanzati sistemi di trascrizione del linguaggio parlato, i professionisti del reparto Eco Video sono in grado di consegnare ad ogni cliente le clip video di interesse entro 30 minuti dalla diretta.