Chi ha influenzato di più le elezioni? Cosa è cambiato dopo il 4 Marzo?

Le elezioni del 4 marzo passeranno alla storia per l’imprevedibilità che le ha caratterizzate, sia prima che dopo il voto.

Il 73% degli aventi diritto si è recato alle urne ed il risultato è che ora abbiamo un parlamento molto diverso rispetto a quello a cui eravamo abituati.

Ma come si è evoluta la campagna elettorale sui media e social media durante gli ultimi giorni, quelli più determinanti per la scelta di voto?

L’Eco della Stampa ha condotto una ricerca sui media tradizionali e social media confrontando una diversa coppia di personaggi politici su ognuna delle tematiche più dibattute.

La ricerca è quanto mai comprensiva potendo contare su un database di monitoraggio sterminato. Tutta la stampa italiana, 15.000 fonti web accuratamente selezionate, la radio e la televisione 24 ore al  giorno e tutti i post in lingua italiana dai social media.

Dal 28 di Febbraio ad oggi abbiamo raccolto tutti i dati ed applicato il tool di analisi quantitativa Intelligence per approfondire a piacimento e ricavarne i macro trend.

Sul fronte digitale, sarà possibile riconoscere le diverse strategie di promozione social media di quei politici che sono risultati i reali vincitori di queste elezioni: Di Maio e Salvini.

Ma le sorprese più grandi arrivano quando andiamo a confrontare i media “nuovi”, social in primis, con quelli tradizionali, ad esempio analizzando la sentiment analysis delle trasmissioni radio e televisive rispetto alla carta stampata e ai social media.

I risultati completi saranno presentati domani Martedì 20 durante l’evento Media vs. Social Media che vedrà anche l’intervento di Luciano Fontana, direttore Corriere della Sera.

Saranno presenti oltre 50 giornalisti ed un pubblico delle grandi occasioni per assistere ad un confronto a base di dati che vedrà partecipare anche Pier Luca Santoro, Project Manager di DataMediaHub.

In questo periodo abbondano le analisi sul voto del 4 marzo, non ultimo l’interessante servizio andato in onda ieri sera a Sky Tg 24. Il dibattito di domani è una fantastica occasione per approfondire il dualismo dei politici sulle diverse tematiche seguendo un approccio originale.

Le tematiche che abbiamo analizzato sono: immigrazione, Europa, lavoro, tasse, sicurezza, religione, banche, fake news, disoccupazione, giovani, famiglia e ideologie. A queste sovrapporremo i personaggi politici che ne hanno parlato di più: Matteo Renzi, Silvio Berlusconi, Luigi di Maio, Matteo Salvini, Giorgia Meloni, Beppe Grillo, Pietro Grasso ed Emma Bonino.

Inoltre, il valore in più di questa ricerca è che saranno analizzati anche i dati del post-voto. Infatti, per comprendere come funziona l’ecosistema dei media italiano è indispensabile il confronto di tematiche, sentiment e mezzi di riferimento sui due periodi.

Ma per evitare il rischio notevole di spoileraggio, rimandiamo le considerazioni definitive a domani sera!

 

Articoli correlati

media intelligence congress

7 quotes from the Media Intelligence leaders at the FIBEP Congress in Copenhagen

Media Intelligence, Media Monitoring

Chi ha paura delle crisi sui social network?!

Media Intelligence, Media Monitoring

I governi che fanno il monitoraggio dei social media, rispettano la privacy?

Media Intelligence
Torna su