La chiave del successo dei social? Il media monitoring

Abbiamo ampiamente parlato di come i social media rappresentino un ottimo mezzo per promuovere il proprio brand e la propria azienda.

Ma una volta disposta una strategia e organizzato il calendario editoriale, in che modo si può calcolare se i propri canali social stanno funzionano veramente?

Innanzitutto c’è da dire che non basta avere una strategia ed un calendario editoriale per veder funzionare il proprio social media. L’analisi dei risultati è importante tanto quanto la fase di pianificazione e pertanto non può essere evitato od ignorato.

Valutare i risultati aiuta a capire come procedere, se la strategia sta funzionando ed in che modo i competitor lavorano sui loro canali web.

monitoraggio social mediaUn ottimo modo per fare una analisi dei social, è sicuramente il social media monitoring.

In questo modo si potrà avere un documento completo ed esaustivo con numeri e social media utilizzati, oltre a notare quali hanno avuto più successo di altri.

Come fare social media monitoring per un’azienda

Immaginiamo ad esempio di essere una società che offre finanziamenti a privati e piccole imprese.

In questo caso i social media come Facebook e Twitter, serviranno a far conoscere i prodotti e le esperienze dei clienti.

Ovviamente con metodi e strategie diverse, questi canali parleranno a chi è interessato al servizio e avranno lo scopo di aumentare la credibilità della nostra socità di credito.

Dopo un’attenta stesura della strategia e del calendario editoriale, e qualche mese di attività sui social, si procede ad un’analisi.
Ci affidiamo ad una grande azienda di monitoraggio per essere sicuri di avere un report completo ed efficace. Così decidiamo di chiedere a L’Eco della Stampa che ci fornisce l’accesso ad una piattaforma dove seguire tutti i canali che ci interessano, i commenti e i like ai nostri post, monitorare il sentiment dei follower oltre a controllare i competitor e i social in cui hanno più seguìto.

Tutto in un luogo interattivo dove possiamo personalizzare la dabshoard per crearci un riassunto generale al primo colpo d’occhio.

Potremo impostare alert automatici a piacumento ed esportare grafici e report.

Con il social media monitoring potremmo scoprire che, mentre una campagna di coinvolgimento di potenziali clienti sta funzionando alla perfezione, allo stesso tempo riscontriamo un sentiment negativo elevato che indica la decrescita della credibilità del nostro brand.
Quindi, nonostante una campagna di comunicazione improntata sulle testimonianze dei clienti, veniamo ancora percepiti come poco seri e focalizzati solo a guadagnare più clienti possibili.

E’ qui che il monitoraggio risulta fondamentale. Perché aiuta a individuare i post negativi che, nonostante le risposte pronte da parte del community manager, bloccavano gli utenti nel momento più importante dell’acuisto. In tal caso, bisognerà valutare nuove proposte di comunicazione per migliorare la brand awerness.

Ma questo è solo un semplice esempio per capire come è possibile utilizzare il monitoraggio dei social media nella pratica.

Altri consigli per usare al meglio i social media

Ci sono comunque dei consigli da seguire sempre quando si parla di Facebook, Twitter, Instagram e Youtube e si desidera incrementare il valore di un account.

  1.  Conoscere bene quello di cui si sta parlando e quello che vogliono i consumatori: Sapere di cosa interessa gli utenti e in che modo comunicarlo è un ottimo modo per avvicinare nuovi clienti;
  2. Ascoltare ciò che dicono gli utenti: Cerca sul web gli argomenti più cercati e fanne dei post per i social. Cerca di introdurre una discussione su quell’argomenta e cerca di ascoltare quello che dicono i follower intavolando una conversazione;
  3. Cercare nuovi promotori della tua attività: Una volta che hai follower che mettono like e commenti, cerca di renderli fedeli al tuo brand e a farsi essi promotori della tua azienda. Crea contest, concorsi e giochi in modo che gli utenti possano condividere i tuoi contenuti;
  4. Non promuoversi troppo con link: E’ giusto far conoscere promozioni e prodotti ma non esagerare. Cerca di non fa diventare la tua pagina social come una vetrina promozionale ma cerca di condivere contenuti che interessino realmente il tuo pubblico e non lo facciano annoiare;
  5. Analizzare con il media monitoring: Non smetteremo mai di dirlo, monitorare ed analizzare è la chiave del successo della tua pagina social!

 

Articoli correlati

hashtag vino

Parlare di vino su Instagram: ecco gli hashtag da utilizzare

Marketing Digitale, Media Intelligence
Zuckerberg macron

Francia e Facebook annunciano una partnership contro l’incitamento all’odio online

Comunicazione, Social Media Monitoring
professionisti

Anche i professionisti devono fare monitoraggio dei social media

Media Intelligence, Social Media Monitoring
Torna su