Nuove tendenze social. Diventerà tutto nero?

È una delle tendenze del momento che si sta diffondendo velocemente a macchia d’olio. Parliamo delle versione scura dei principali siti e social network sia nella versione app che web. Si chiama “dark mode” e per chi ha uno smartphone con sistema operativo iOS 13 è già realtà. Ma quali sono le ragioni per cui questa modalità spopola?

“Dark mode”, come attivarla

La modalità scura è stata annunciata da Google già lo scorso marzo per Android 10 (in distribuzione questo autunno), mentre qualche settimana fa è stata la volta di Apple che l’ha inclusa nei sistemi operativi iOS 13 e iPadOS. Attivare o disattivare la “dark mode” è semplice: con un solo tocco si può passare da una visualizzazione a base bianca o chiara a quella nera o grigia scura con testi e pulsanti chiari.

La “dark mode” è attiva, attualmente, per varie applicazioni da Messenger a Twitter che ha reso disponibile questa opzione anche da desktop. Lo stesso vale per Skype, il sistema di messaggistica di Microsoft, che è disponibile con l’interfaccia scura sia per mobile che non. Per attivare, invece, la “dark mode” su Gmail è necessario accedere alla sezione Temi dalle impostazioni e selezionare una delle soluzioni con le tonalità più scure. Infine, YouTube ha attivato l’opzione buia del sito già un anno fa sia come app che come sito.

I prossimi social a tingersi di scuro dovrebbero essere WhatsApp e Instagram. Questione di settimane per l’app di messaggistica, mentre la versione dark di Instagram è già in fase di test e roll out proprio in queste settimane. Un po’ più indietro è Facebook: solo alcune sezioni della creatura di Mark Zuckerberg, infatti, sono attualmente disponibili in versione scura.


Perché piace la “dark mode” per i social?

Il primo vantaggio della “dark mode” è il risparmio della batteria. Una differenza che pesa di più quando lo schermo del pc o dello smartphone è Oled, ovvero prevede che ciascun pixel si accenda o spenga singolarmente. L’impatto è minore per i display Lcd che devono in ogni caso retroilluminare l’intera superficie dello schermo.

Secondo Apple Insider, il risparmio garantito dall’utilizzo della “dark mode” su iPhone è ben del 60% della batteria. Più in generale si stima che il beneficio è compreso tra il 20 e il 60%, ma questo non è il solo vantaggio del passaggio al lato oscuro.

I promotori, infatti, sottolineano come chi utilizza con grande frequenza device elettronici con queste tipologie di schermo può beneficiarne dal punto di vista della salute. Visualizzare le app con prevalenza di colori scuri e scritte e pulsanti di colore chiaro fa sì che gli occhi siano maggiormente riposati, soprattutto quando l’utilizzo e nelle ore serali.

Risparmio per la batteria e riposo per gli occhi. Ecco, per ora, le ragioni del successo della “dark mode” che sta contagiando tutti, tant’è che le prime reazioni sono entusiastiche. È in corso, quindi, una nuova rivoluzione dell’estetica del web?

 

Articoli correlati

adelphi academy ecostampa

L’editore sui social media. Il caso di Adelphi Edizioni alla Social Media Academy

Media Intelligence, Social Media Monitoring
professionisti

Anche i professionisti devono fare monitoraggio dei social media

Media Intelligence, Social Media Monitoring
youtubers

Quando tuo figlio ti spiega social media e youtuber

Media Intelligence, Social Media Monitoring
Torna su