Design e media monitoring, come prepararsi per tempo al Salone del Mobile

Il talento italiano da sempre si distingue per l’eccellenza in tantissimi settori. Tra questi è certamente da includere il settore del design.

Anche in un ambito così artistico e variegato, monitorare i competitor e seguire quello che succede nella nostra rete è fondamentale per continuare a lanciare i trend e mantenere l’eccellenza.

Per questo ogni azienda che si occupa di pensare, creare e produrre oggetti di design, deve dotarsi di un ottimo servizio di monitoraggio, su tutti i media.

Ma cosa è importante seguire con il monitoraggio nel mondo del design?

Studiare settori simili con il monitoraggio

monitoraggio dei mediaPer trovare sempre l’ispirazione, serve allargare le proprie vedute e guardare verso i mercati stranieri.

Non per forza bisogna rimanere legati al design. Potrebbe essere utile monitorare le riviste specialistiche che trattano di prodotti chimici innovativi, ergonomia, aerodinamica o stile. 

Con una ricerca per argomenti e parole chiave, sarà possibile curare e dedicare studi su quanto succede a livello internazionale. Ad esempio, tutte le novità sui nuovi materiali che potrebbero facilitare la realizzazione di un progetto su cui si sta lavorando da tempo.

L’Eco della Stampa offre un servizio di monitoraggio globale anche grazie alla nuova alleanza internazionale appena costiuita. GMI (Global Media Intelligence) è un’alleanza composta da 6 società leader nel media monitoring che monitorano i media di 5 continenti: Europa, Nord America, Sud America, Africa ed Asia.

Seguire i competitor per anticiparne le mosse

Un altro elemento che va sempre considerato quando si parla di media monitoring, è l’attenzione verso i competitor.
Il media monitoring dei propri concorrenti è la base di qualsiasi strategia di comunicazione, imprescindibile se si hanno obiettivi a medio e lungo termine.

Studiare le mosse degli altri, curare le uscite dei loro prodotti, prestare attenzione alle dichiarazioni e i comunicati stampa, sono tutti processi fondamentali per scegliere le giuste mosse future della propria azienda.

Anche in questo caso L’Eco della Stampa aiuta i suoi clienti attraverso professionisti che seguono i media come stampa, tv, radio e web, per garantire una copertura totale, sia a livello nazionale che internazionale.

Campagne social e collaborazioni con influencer

Quando si parla di italianità e di promozione dei propri prodotti, non si possono dimenticare i social.
Sulla scia del trend del momento, si potrebbe far promuovere un prodotto di design da uno o più influencer. In questo caso, è fondamentale studiare il personaggio che maggiormente potrebbe impersonificare il brand e capire il target a cui si rivolge.

Dopo i giusti approfondimenti e l’inizio della collaborazione, sarà utile monitorare in che modo l’influencer ha contribuito a diffondere il marchio e a promuovere il prodotto.
Dall’avvio della campagna con la promozione via social e web, si potrà seguire i risultati e la reportistica in tempo reale. Sia per quanto riguarda la diffusione del proprio nome, la consapevolezza del prodotto rispetto al target di rifermento ed il sentiment della propria audience.

Ma soprattutto si potrà verificare la reale viralità organica generata da un oggetto di design o influencer.
L’Eco della Stampa, con il monitoraggio dei social media, aiuta gli studi di design ed i brand a seguire passo passo tutti i progressi fatti su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube e Google+.

Mettendo in pratica le scelte di media monitoring più conosone alla propria attività nel mondo del design, i risultati sperati non tarderanno ad arrivare. Nell’attesa del Salone del Mobile, è meglio prepararsi per tempo per garantire il successo del proprio marchio!