Digital PR per la tua compagna pubblicitaria

Digital PR; PR; public relations; social media; influencer; marketing; digital marketing; social media marketing; content creator; content marketing

Oggi il mondo delle Public Relations è cambiato, in gran parte a causa dell’ingresso delle modalità digitali. Dunque, le attività di networking, le conferenze stampa e tutte le attività di product placement, i contatti con i giornalisti, sono tutti elementi da integrare con i media digitali. Questa integrazione ha creato quelle che oggi vengono definite come Digital PR o Pubbliche Relazioni Digitali.

Il web è diventato il punto di svolta nella strategia di crescita di ogni business. Di conseguenza, migliorare il posizionamento del proprio sito internet, attivare campagne sui Social Media e motori di ricerca, coincide spesso con uno studio approfondito del proprio mercato e della propria brand reputation. Per verificare e implementare strategie ad hoc in tal senso, L’Eco della stampa offre un servizio di Social Media Monitoring iper performante e studiato proprio per essere integrato all’interno di una strategia di comunicazione già avviata e inclusiva di strumenti digitali.

Che cosa sono le Public Relations?

Le Public Relations, o pubbliche relazioni in italiano, sono un processo di comunicazione strategica volto alla promozione di prodotti, servizi, eventi o progetti. Lo scopo di queste attività è quello di costruire e confermare le relazioni con il proprio pubblico di riferimento, andando a creare
un’ influenza positiva sulla propria immagine e reputazione.

Alcuni strumenti delle pubbliche relazioni, sviluppati in ambito digitale, sono:
Content Marketing,
Social Media Management,
SEO Copywriting,
Influencer Marketing.

Queste strategie consentono di instaurare una relazione più stretta con il proprio target, in favore del dialogo e un alto livello di engagement. Per riassumere, quindi, le PR hanno l’obiettivo di accrescere la reputazione e l’autorevolezza di un brand, migliorando così l’intera immagine aziendale. Nel caso delle Digital PR, si producono contenuti multimediali che intercettano un target specifico e potenzialmente già interessato.

Cosa fa un Digital PR Specialist?

Un Digital PR Specialist si occupa di monitorare, gestire e migliorare la notorietà di un brand e la sua reputazione all’interno del mondo digitale. Grazie al lavoro di un professionista delle Digital PR, si può arrivare a raggiungere un pubblico più ampio e attrarre nuovi clienti.

Ma quali sono le attività specifiche di un Digital PR Specialist?

Prima di tutto la partecipazione a eventi (offline e online) per stringere rapporti con nuovi clienti, creare opportunità o reclutare Influencer per poi produrre contenuti. Inoltre, tale professionista, si occupa della scelta dei Brand Ambassador e di monitorare le conversazioni sul web circa il brand di cui si sta occupando. Un altro task molto importante è quello di prevenire e gestire eventuali momenti di crisi, soprattutto dal punto di vista della comunicazione.

Quali sono i vantaggi delle Digital PR?

Sarà banale, ma prima di tutto le Digital PR permettono di ricevere backlink di qualità, provenienti da contenuti studiati, siti o blog autorevoli. Questo è fondamentale per aumentare il traffico sul proprio sito, andando a posizionare un brand nei primi risultati della SERP.

Allo stesso modo, le Digital PR, creano traffico sui social aziendali. Questo, unito ad un’attività di content marketing ben studiata, spingerà sempre più persone a condividere post o articoli che riguardano l’azienda. Se gli utenti riescono ad accedere facilmente a contenuti di qualità, questo aumenta a dismisura la brand reputation, andando a costruire un’identità aziendale salda e fondata sulla credibilità e la fidelizzazione dei clienti.

Anche in fase di lancio, le Digital PR possono rivelarsi preziose. Avere una buona presenza online aiuta ad essere più competitivi, permettendo così di intercettare un nuovo pubblico. L’aumento di vendite non è l’obiettivo primario delle Digital PR, ma potrebbe essere un effetto collaterale di una buona presenza nell’ambiente digitale.

Un altro pregio delle Digital PR è che sono altamente monitorabili, infatti ogni interazione può essere misurata. Con questi dati alla mano sarà molto più semplice identificare cosa funziona bene per il proprio pubblico.

L’ottimizzazione delle campagne pubblicitarie da parte di un Digital PR Specialist porta inevitabilmente ad avere una strategia più affinata. Un altro vantaggio è che le Digital PR non necessitano di un investimento di grandi risorse, possono essere gestite in modo mirato attraverso i contenuti più funzionali e coinvolgenti per il proprio target.

Come creare una strategia di Digital PR efficace?

Digital PR; PR; public relations; social media; influencer; marketing; digital marketing; social media marketing; content creator; content marketing

Le PR in formato digitale sono lo strumento ideale per creare un rapporto basato sulla fiducia tra l’azienda e il suo pubblico. Nel mondo delle PR, come dice il termine, le relazioni umane sono il fattore fondamentale, in particolare, il coinvolgimento delle persone giuste: Blogger, Influencer e Ambassador. Ma partiamo dall’inizio. Una buona strategia di PR si costruisce rispettando alcuni passaggi di base.

Individuare gli obiettivi

Gli obiettivi potrebbero essere: aumentare l’autorevolezza e la credibilità del brand, oppure generare più traffico sul sito aziendale, far conoscere il proprio servizio e di conseguenza aumentare le vendite.

Identificare il target di riferimento

Questa analisi permette, intanto, di identificare gli argomenti che potrebbero essere più interessanti per un potenziale pubblico. Inoltre, nella fase successiva in cui bisognerà coinvolgere Influencer e Brand Ambassador, sarà molto più facile selezionare quelli in linea con il proprio pubblico.

Scegliere la piattaforma ideale

I Social Media non sono tutti uguali. Ogni canale è in grado di intercettare un pubblico differente, di conseguenza scegliere la giusta piattaforma impatta moltissimo sulla buona riuscita o meno della strategia.

Coinvolgere persone e creare contenuti

Solo dopo tutti questi passaggi, arriva il momento di scegliere i creator che maggiormente si allineano con il brand e che possano essere percepiti come autentici e interessanti per il pubblico di riferimento. Si tratta di una fase molto delicata, in quanto i volti degli Influencer selezionati, andranno a rappresentare gli stessi valori del brand. In questo caso, un’analisi attenta del mercato è molto importante per mantenere credibilità e acquisire rilevanza presso il proprio target. Dunque, come individuare la migliore strategia di influencer marketing? L’Eco della Stampa, grazie ai servizi di social media monitoring consente proprio di individuare gli influencer più adatti per un determinato target, ad esempio attraverso l’analisi dei post, il monitoraggio dei commenti, e tanto altro. Si tratta di un monitoraggio completo che permette di individuare i top influencer per la propria strategia di Digital PR.

Cerchi ispirazione?

La Campagna di Seed Ball di IKEA è un ottimo esempio! Attraverso una divertente campagna di pubbliche relazioni e social media, IKEA ha creato una versione giocosa delle sue famose polpette svedesi con il rilascio di IKEA Seed Ball. La campagna è stata creata in collaborazione con il World Wildlife Fund. Usando ingredienti semplici come argilla, terra e semi di fiori di campo, i fan di IKEA possono creare le proprie palline di semi per nutrire la comunità degli insetti. Un esperimento ben riuscito e coinvolgente!

 

Articoli correlati

diesel viral marketing; marketing virale; campagne di marketing

Cos’è il marketing virale e come strutturare una strategia

Comunicazione, Digital Marketing, Media Monitoring, Social Media Monitoring
MBA Power; lavoro; filippo poletti; generazione R; R di rinascita; libro

Generazione R di rinascita nel libro MBA Power di Filippo Poletti

Comunicazione, Editoria e Stampa, Entertainment, Università
e-commerce marketing; e-commerce; digital marketing; social media marketing; vendite online; business

E-commerce: otto trend che guideranno il futuro

Comunicazione, Digital Marketing
Torna su