Il Chatbot: l’intelligenza artificiale che sta sorpassando le app

Il termine ” Chatbot ” si riferisce a quei software capaci di creare interazioni e conversazioni reali tra utenti e un’intelligenza artificiale creata ad hoc.

La tecnologia che sta dietro ai Chatbot è molto versatile e flessibile. Infatti, i Chatbot possono essere programmati dalle aziende per svolgere attività di customer service come: coinvolgere i propri clienti in modo creativo per creare awarness, fungere da customer care  24 ore su 24 o ancora garantire assistenza durante gli acquisti on-line.

Tutti questi processi vengono velocizzati e semplificati grazie all’accesso degli utenti attraverso una qualsiasi applicazione di messaggistica istantanea capace di supportare il software del bot.

Dal momento che i software sono progettati per rispondere nel modo più “friendly” possibile, con i Chatbot si ha la possibilità di monitorare facilmente chi sta dall’altra parte della chat: gli utenti saranno più disponibili a fornire informazioni personali come l’indirizzo di residenza, l’età o la professione.

Inoltre tantissimi Chatbot sono progettati con un sistema di machine learning integrato. Questo gli permette di migliorare le proprie performance in modo direttamente proporzionale alla frequenza di utilizzo.

Per una azienda è importante innanzitutto stabilire l’obiettivo finale per poi scegliere il chatbot più adatto.

Le diverse tipologie di chatbots: come scegliere quello adatto alla propria azienda

Qualunque sia l’attività della vostra azienda è consigliabile provvedere all’installazione di un Customer Care Bot per poter rispondere tempestivamente alle domande degli utenti online, a qualsiasi ora del giorno. Questi software sono capaci soddisfare diverse tipologie di  richieste in maniera istantanea o addirittura di gestire anche i reclami degli utenti.

I Content Bots ad esempio, propongono in maniera mirata articoli e informazioni che potrebbero interessare l’utente, cercando di suscitare curiosità ed interesse come dei veri e propri promotori.

Se invece il principale obiettivo della vostra  azienda è la vendita online, sicuramente è una buona idea installare un Bot per  l’E-commerce. Questa tipologia di Bot coinvolge i consumatori per portarli a navigare all’interno del catalogo online ed acquistare i prodotti senza mai abbandonare la chat. In sostanza la conversazione si trasforma in esperienza di acquisto.

Altri utilizzi: mobilità, food e salute

Quello dei Chatbot è un settore in fortissima crescita e diffusione non solo per scopi commerciali ma anche per altri utilizzi.

Esistono Chatbots capaci di aiutare i cittadini ad effettuare la raccolta differenziata o aiutarli a trovare i mezzi pubblici più adatti a raggiungere una destinazione. Infatti, è stato notato che i numero dei download delle app di mobilità sono calati rispetto a quello che è utilizzo dei corrispondenti  Chatbot.

In modo simile lavorano quei Chatbot programmati per il settore food, che attraverso la geolocalizzazione suggeriscono agli utenti i migliori ristoranti vicini o anche le ricette e gli articoli più in voga.

Infine, i Chatbot sono anche diventati il primo punto di contatto per chi non si sente bene e dovrebbe decidere se andare dal medico. Attraverso una valutazione gratuita il chatbot fornisce informazioni preliminari sulla salute di una persona.

Questi Chatbots non sono capaci di sostituire assolutamente il valore di un medico ma posso essere utili ai pazienti per interpretare al meglio i propri sintomi. L’obiettivo è quello di orientare l’utente verso la tipologia  di visita più idonea da effettuare.

Successo e futuro dei Chatbot

Questa tecnologia deve senza dubbio il suo successo alla capacità di intrattenere un contatto con l’utente in maniera istantanea, semplice e personalizzata.

Oggi come oggi gli utenti preferiscono le app di messaggistica anche ai social network stessi e i dati parlano chiaro. Ed è per questo che il colosso Facebook sta investendo tantissimo in questo settore: “Pensiamo – ha detto Zuckerberg – che gli utenti debbano essere in grado di scambiarsi messaggi con le aziende così come fanno con i propri amici”.

Se fino a ieri si investiva moltissimo su applicazioni e Social Network, oggi bisogna guardare anche ai software per la messaggistica istantanea.

Per questo, le aziende dovrebbero cogliere l’opportunità di personalizzare i Chatbot, basandosi su una combinazione di apprendimento automatico ed elaborazione del linguaggio naturale. Ciò al fine di fornire ai propri clienti assistenza, supporto alle vendite e gestione in tempo reale delle varie funzioni legate al commercio.

Concludendo, i Chatbot sono un ottimo supporto da integrare con la capacità insostituibile dell’intelligenza umana di sviluppare una strategia per la gestione di un brand.

 

Articoli correlati

Content Intelligence

Sfrutta la Content Intelligence per aumentare le conversioni

Digital Marketing, Media Intelligence

Perché agosto è un ottimo mese per monitorare i media?

Media Intelligence, Media Monitoring
klout score

Klout chiude, il primo algoritmo per gli influencer ci saluta

Media Intelligence, Social Media Monitoring
Torna su