Analizzare il panorama dei social media cinesi – Il valore dei media monitoring report

Negli ultimi anni un numero sempre maggiore di aziende ha rivolto la propria attenzione al mercato e al panorama dei social media cinesi. Questo perché l’economia cinese si conferma tra le più dinamiche e in ascesa nel periodo del tardo capitalismo. Potendo contare su una massiccia forza lavoro e un altrettanto massiccio bacino di potenziali consumatori. Al di là della propulsiva mole produttiva, che ha permesso al Paese di imporsi sullo scacchiere internazionale, la Cina è in grado di assorbire numerose quantità di investimenti e importazioni. Non è quindi un mistero che le realtà più competitive sulla scena europea e italiana vogliano la loro fetta di torta. Puntando a inserirsi in questo mercato in crescita pieno di opportunità. Per portare avanti il proprio viaggio in Oriente, tuttavia, è necessaria un’attività di media monitoring per conoscere lo scenario comunicativo. I social media possono essere il punto di partenza giusto per avvicinarsi ad un audience così lontana. Si potrà parlare a potenziali clienti e rafforzare la brand reputation internazionale. Inoltre, grazie ai servizi di L’Eco della Stampa, si potranno ottenere dettagliati media monitoring report, strutturati per guidarti nell’ottimizzazione della tua strategia di business.

Gli strumenti per interpretare il panorama dei social media cinesi

Il panorama dei social media cinesi è molto vasto e variegato. Conoscerlo e poter contare sul supporto di professionisti offre numerose opportunità di business e un vantaggio competitivo non indifferente; l’Eco della Stampa, con oltre trent’anni di esperienza nel mondo del media monitoring, è il partner ideale per analizzare la brand reputation e image anche dall’altra parte del mondo. In quest’ottica, report di monitoraggio dei media cinesi sono il principale punto di forza per constatare l’andamento delle tue campagne. E capire come ottimizzare la strategia.

Riuscire a divulgare l’immagine aziendale e la portata di un brand attraverso i social media cinesi può ampliare il raggio d’azione delle strategie di marketing nel mercato cinese. Ogni social media ha delle caratteristiche uniche che soddisfano diverse esigenze e si declinano per diversi usi. Le varie community possono avere un’influenza enorme per la visibilità di servizi e prodotti offerti da un brand. E sono fondamentali per rafforzare il sentiment al riguardo.

panorama dei social media cinesi

Qual è il panorama dei social media cinesi

Poter decifrare e analizzare i dati relativi alla brand reputation sui social media cinesi, grazie ai servizi di media monitoring, è fondamentale per stipulare strategie valide con il reparto marketing. Ma senza indugiare oltre cominciamo a dare un’occhiata a quali sono i più diffusi e interessanti social media cinesi.

Senza dubbio il più famoso è WeChat, che conta un miliardo di utenti attivi al mese ed è utilizzato in tutto il mondo, compresi Stati Uniti ed Europa. WeChat permette di creare micro-comunità all’interno delle quali veicolare esperienze di consumo da parte degli utenti. La presenza su WeChat, e la conseguente analisi, è fondamentale per i brand che vogliono imporsi sul mercato cinese. Perché è l’unica app che permette di raggiungere e coinvolgere direttamente gli utenti.

Nonostante sia relativamente recente, Douyin è utilizzata principalmente per creare e condividere video di breve durata. Una sorta di TikTok con più di 600 milioni di utenti attivi mensili. Inoltre l’app può contare su un numero crescente di social influencer in grado di supportare le strategie di influencer marketing.

Weibo, uno dei precursori dei social media cinesi, è la versione cinese di Twitter. Con oltre 550 milioni di utenti attivi mensili, è l’app giusta per consentire ai brand di cimentarsi con il social listening. E identificare così gli argomenti “caldi” e le tendenze emergenti.  

Xiaohongshu, o Little Red Book, è la principale piattaforma di social media cinese di moda e shopping di lusso. I consumatori e gli influencer utilizzano la piattaforma per ispirare e farsi ispirare dai prodotti. L’app raccogliere recensioni, consigli e critiche per imporre tendenze, ed è molto importante per curare la propria brand image. Inoltre, grazie alle intuizioni di Little Red Book, che attira circa 30 milioni di interazioni al mese, i marchi possono:

  • indirizzare meglio il loro pubblico nel mercato cinese
  • aumentare le vendite dei loro prodotti più venduti
  • ottimizzare le strategie in base alla loro popolarità

Imporsi sul panorama dei social media cinesi è un vantaggio

Una presenza forte sui social media cinesi può determinare una spinta decisiva per i brand e conseguentemente per la brand reputation aziendale. Riuscendo così ad esercitare una grande influenza sul mercato del Paese. Conoscere e analizzare il panorama social può determinare vaste opportunità. Le app cinesi sono un punto di riferimento per il comportamento d’acquisto degli utenti. Il social listening è una pratica chiave per interagire con potenziali consumatori e lanciare campagne efficaci. In quest’ottica è fondamentale avvalersi di fornitori di servizi validi: l’Eco della Stampa ti permette di portare avanti quest’attività per capire il mercato cinese e la reputazione dei tuoi competitor.

Oltre 1 miliardo di cinesi online, di cui il 79% ha fatto acquisti su piattaforme di e-commerce nel 2020: quello cinese è un mercato sempre più appealing. Ma si tratta di consumatori molto attenti all’esperienza d’acquisto online. Avere strumenti di media monitoring che ti diano questo vantaggio, grazie alle analisi e ai report de L’Eco della Stampa di queste quattro piattaforme di social media, è necessario per far parlare di sé nel modo più adeguato.

 

Articoli correlati

packaging; sostenibilità; trend; brand reputation; brand image; marketing; pack; ecosostenibilità; materiali; novità; packaging design

Packaging design: sostenibilità e nuovi trend

Arte e Società, Comunicazione, Editoria e Stampa, Media Monitoring

La rassegna stampa al servizio della parità di genere: le assessore raccontano

Editoria e Stampa, Rassegna Stampa, Social Media Monitoring
formazione per i business digitali

Il futuro del business digitale: intervista a Irene Boni

Comunicazione, Digital Marketing, Economia, Informatica, Rassegna Stampa
Torna su