Il potere del branded podcast

Il trend positivo dei podcast non accenna a diminuire, già dal 2019 gli ascolti di file Mp3 sono triplicati arrivando a circa 15 milioni di persone, ma i dati non fanno che aumentare. L’impennata di ascolti è dovuta soprattutto alla diffusione del colosso svedese Spotify, che si è confermato velocemente leader anche nel settore dei podcast. Allo stesso modo si sono mosse altre piattaforme di streaming, come Storytel e Audible, infatti emblematica è stata anche la crescita del mercato degli audiolibri che nel 2020 ha raggiunto una crescita impressionante. I contenuti audio sono sempre più apprezzati, per cui rappresentano una risorsa importante anche per i brand, così si afferma il branded podcast.

Cos’è un branded podcast?

L’audio è un contenuto che piace agli utenti ed è destinato ad essere sempre più in voga, di questo si sono accorti anche i brand che hanno ben pensato di sfruttare questo potentissimo strumento. Nasce così il branded podcast, ovvero un podcast creato per promuovere i valori di un’azienda, con l’obiettivo di creare uno storytelling coerente. Il branded podcast non punta alla vendita di un prodotto o servizio, si tratta semplicemente di un contenuto audio prodotto a livello aziendale. Non si tratta di un mero contenuto promozionale, ma di un’efficace strategia di marketing in cui si dà spazio alla voce e dunque alla storia dell’azienda.

Il podcast per il brand rappresenta un modo per creare una relazione intimaprofonda e autentica grazie a contenuti audio utili ai propri consumatori, con l’intento non di pubblicizzare l’azienda ma di consolidarsi come valore aggiunto e significativo per chi ascolta. Un podcast è una conversazione informale, in cui si ha il tempo di dedicarsi ai propri clienti, come se si fosse insieme davanti a un caffè. Tali contenuti audio non sono strettamente utili alla vendita, ma sono fondamentali per convincere i consumatori dell’autenticità di un marchio.

I vantaggi del branded podcast

Foto di Andrzej Nowak da Pixabay 

Il podcast è uno strumento che sprigiona creatività, idee, arte, cura nei dettagli, la sinergia tra scrittura, produzione e narrazione. In questo il brand diviene un centro di produzione culturale e artistica, un vero e proprio media.

Il rapporto che si viene a creare tra narratore (il brand) e ascoltatore è basato sulla voce e lo storytelling, per una comunicazione dunque intima e ingaggiante. Infatti, i podcast informativi riguardo alle origini dell’attività o alle modalità operative aziendali, sono contenuti con alto potenziale emozionale. Utilizzando uno storytelling ben strutturato è possibile coinvolgere gli ascoltatori e renderli emotivamente vicini al marchio. Nella maggior parte dei casi un’attività in grado di avvicinarsi emotivamente ai clienti riuscirà anche ad ottenere buoni risultati di business. Proprio per questo i podcast sono contenuti consigliati anche per le piccole e medie imprese che desiderano accrescere la propria brand awareness.

Ciascun brand deve essere consapevole della propria immagine di marca e della conoscenza della stessa da parte del suo pubblico. Per questo è fondamentale monitorare i propri media, per avere ancora più certezze rispetto a ciò che i consumatori pensano dell’azienda. Il podcast è un ottimo modo per costruire una percezione positiva del brand.

Gli ascoltatori di branded podcast tendono inoltre a creare delle associazioni subconscie con il brand, in base alle parole che ascoltano nel podcast. Per esempio, è dimostrato che se una parola ritorna molte volte durante un episodio, questa ricorrenza induce l’ascoltatore ad associare tale parola al brand , trasferendo il messaggio del contenuto audio ai valori del brand stesso. I contenuti audio online sono degli strumenti di comunicazione particolarmente efficaci anche grazie alla loro semplice accessibilità in qualsiasi momento. Infatti, ciò che caratterizza questi contenuti è la possibilità di accedervi mentre si svolgono altre attività: ascoltare un file audio in treno, in metro o durante una camminata è facile e immediato.

Come creare un podcast aziendale

  1. Individuare il pubblico di riferimento

Come per ogni messaggio aziendale, anche prima di creare un podcast è indispensabile individuare il pubblico di ascoltatori che si desidera raggiungere. Infatti, solo avendo ben chiaro quale messaggio comunicare e a chi rivolgerlo sarà possibile creare comunicazioni incisive, personalizzate e performanti.

2. Scegliere l’argomento

In base alla tipologia di attività, è fondamentale prestare particolare attenzione alla scelta dell’argomento del podcast. È sempre importante parlare di un tema rilevante per l’attività, che fornisca informazioni di valore per il pubblico. Inoltre, deve essere un argomento attraverso il quale il marchio possa valorizzarsi e mostrarsi autorevole agli ascoltatori.

3. Definire il format

Una volta individuato l’argomento bisogna scegliere la durata del file audio. Sul mercato ci sono podcast molto lunghi e dettagliati, altri più brevi e leggeri. Di solito la lunghezza è dettata dall’argomento, ad esempio notizie e curiosità possono avere anche una durata più contenuta. I podcast devono inoltre essere pubblicati con una frequenza definita. È importante scegliere una periodicità precisa, in base al pubblico che si è scelto, per creare aspettativa e fidelizzare il momento dell’ascolto.

 

Articoli correlati

Competitor

Analisi dei competitor: a cosa serve e come farla

Comunicazione, Media Monitoring
E-commerce e Social Media

E-Commerce e Social Media – Crescono le opportunità per i brand

Comunicazione, Digital Marketing
brand reputation

Brand Reputation: fattore chiave per creare valore

Comunicazione, Media Monitoring
Torna su