Le novità di Instagram del 2020 che potrebbero esserti sfuggite

La comunicazione cambia velocemente. Le esigenze degli utenti si trasformano, i social si rincorrono tra loro, o meglio, Facebook rincorre gli altri. E nuovi trend si affermano in un batter d’occhio.

Chi si occupa di comunicazione sa che l’aggiornamento è tutto, ma non sempre è facile stare al passo. Per questo, abbiamo pensato di riassumere le principali novità di Instagram introdotte nel 2020, che continueranno ad essere strategiche anche nel 2021.

Dalle dirette ai Reels, cosa c’è da sapere

Se qualcuno ci avesse chiesto, all’inizio del 2020, in quali occasioni fosse preferibile utilizzare lo strumento della “diretta” su Instagram, la risposta sarebbe stata grossomodo questa: “Quando accade qualcosa di straordinario”. E questa è la prima definizione da manuale che la pandemia ha fatto a pezzi e, imprevedibilmente, cambiato.

Ciò perché le dirette, soprattutto durante il primo lockdown, sono diventate uno strumento quotidiano. Si sono affermate come nuovo canale di conversazione e condivisione con la community, uno spazio dove affrontare un argomento senza limiti di tempo.

Ricorderemo, però, il 2020 come l’anno dell’introduzione dei Reels. Esattamente all’apposto rispetto alle dirette – che permettono di sviluppare discorsi lunghi, dialogare ed interagire con la cerchia di amici – i Reels sono brevi video multi-clip di 15 secondi, con audio ed effetti creativi.

Come ogni novità introdotta in casa Facebook, registrare e pubblicare Reels ha garantito ampia visibilità. Un fattore che ha spinto influencer (e non solo) a sperimentare questo formato, particolarmente adatto a video dinamici e di intrattenimento. Ma c’è anche chi è riuscito ad utilizzarlo per contenuti “educational”, proponendo piccoli tutorial, ricette semplici e altre pillole adatte ad essere condensate in 15 secondi.

Instagram Reels

Stickers ad hoc per l’isolamento

Se è vero che i Reels sono stati la grande novità di Instagram del 2020, non è certo stata la sola. Sono state introdotte numerose funzioni nelle Instagram Stories. Oltre alle classiche domande, alla musica e alle GIF, oggi è possibile arricchire le stories con quiz, sondaggi, ma anche organizzare raccolte fondi e far conoscere piccole realtà a chilometro zero.

Si tratta di effetti “collaterali” al lockdown, che hanno spinto gli amministratori di Instagram a creare stickers specifici per spingere la community a restare a casa, oppure a sostenere il personale sanitario, impegnato in prima linea contro il Covid-19. Veri e propri adesivi che permettono, inoltre, di inserire le stories taggate in questo modo in una sorta di contenitore a se stante, che appare prima delle stories dei following.

L’archivio delle stories organizzato per data e luogo

Nel 2020 è stato modificato anche l’archivio delle stories, che oggi è diviso in tre parti. I contenuti pubblicati sono consultabili:

  • in ordine cronologico, dal più recente al meno recente;
  • in base alla data di pubblicazione, grazie ad un calendario sul quale sono posizionate le stories pubblicate;
  • in base al luogo dove sono state pubblicate, visualizzate su una mappa che si può, a sua volta, navigare.

Gli stessi contenuti sono, dunque, organizzati con interfaccia grafica differente, ciascuno può optare per il preferito quando ha bisogno – o anche per la semplice curiosità – di riguardare le stories passate.

Videochiamate e GIF nei messaggi privati

Altra novità 2020 da tenere d’occhio è lo sviluppo della messaggistica privata su Instagram. L’esperienza di chat nel DM è sempre più completa: ci si possono scambiare messaggi, foto, video, vocali, da adesso anche GIF per un’esperienza più interattiva.

L’ultima news riguarda le videochiamate: del resto, la pandemia ha visto schizzare alle stelle il numero di utenti al mondo di piattaforme note o meno note come Skype, Zoom, Houseparty o Meet. Facebook ha lanciato la sua funzione “Rooms”, che permette proprio le videochiamate di gruppo e questa opzione dovrebbe diventare effettiva anche su Instagram a breve. C’è da immaginare un abbandono di Zoom?

Adesivi GIF nelle Instagram stories

Vendere e comprare su Instagram

Ne abbiamo già parlato un annetto fa. Instagram non si ferma a guardare la crescita dell’e-commerce in Italia e si organizza per offrire a brand e utenti un servizio sempre più completo.

Nel 2020, grazie alla funzione Shopping (gestibile attraverso il Business Manager per chi desidera vendere su Instagram), è possibile completare una transazione direttamente su Instagram anche per chi non ha un e-commerce. Oltre, ovviamente, alla crescita degli strumenti a disposizione per chi investe in una campagna di influencer marketing grazie al branded content.

Filtri divertenti per tutti!

Divertenti, creativi e meno complicati da creare di quel che si crede. Sì, parliamo dei filtri Instagram che non sono una novità del 2020, ma è proprio lo scorso anno che sono diventati più popolari e noti gli strumenti per crearli da sé. Ne abbiamo parlato durante un ECO-ffee con Piotar Boa, che descrive chiaramente i vantaggi anche per brand ed aziende.

Le Guide per aiutare la community ad orientarsi tra i contenuti

Last but not least, le guide. Si tratta di una nuova funzione che permette di aggregare una serie di post dedicati ad un unico argomento. Ad esempio, tutti i post focalizzati sui ristoranti di Milano possono essere inseriti nella guida “Dove mangiare a Milano”. Oppure, tutti i post che trattano della skincare coreana possono essere così legati da un titolo.

L’obiettivo è rendere l’esperienza dell’utente che approda sul profilo Instagram di un brand o di un influencer sempre più articolata e funzionale. In questo modo, diventa più semplice distribuire i contenuti tra feed, storie in evidenza, guide, Reels e IGTV. Certo, si corre il rischio di risultare dispersivi e, per dare tante informazioni, finire per non darne nessuna. Per questo è importante – per qualsiasi formato proposto da Instagram, così come per i tipi di profilo – fare un’oculata valutazione strategica e scegliere gli strumenti adatti a raggiungere i propri obiettivi.

Chiudiamo con la novità non novità che ha concretamente rivoluzionato il lavoro di chi gestisce più account Instagram: Creator Studio. La programmazione di post e IGTV è diventata semplice e funzionale, anche grazie alla nuova visualizzazione a calendario. Il sogno? Poter programmare anche le stories. Chissà che non sia questa – assieme alla funzione “Cerca” tra chi visualizza le storie – la novità del 2021!

 

Articoli correlati

book blogger, libri, social

Book blogger, chi sono gli influencer dei libri?

Digital Marketing, Influencer
Green; sostenibilità; social; Instagram

Sostenibilità e influencer: il Green su Instagram

Comunicazione, Influencer
health influencer nutrizionisti

Parlare di cibo sano su Instagram, ecco chi può

Comunicazione, Influencer
Torna su