Oltre Carosello, le nuove campagne pubblicitarie in TV

L’autunno è la stagione della comunicazione. Oltre al ritorno a scuola e alla ripresa delle attività lavorative dopo la pausa estiva, il mese di ottobre segna la ripartenza dei programmi televisivi e, di conseguenza, delle campagne pubblicitarie. Le aziende sanno che i mesi finali di ogni anno sono molto importanti per le vendite, soprattutto in una stagione di spending review per gli investimenti pubblicitari. Ecco perché, in questo periodo, sul piccolo schermo vengono trasmessi spot particolarmente curati, sia nel visual (la componente grafica), sia nel copy (gli elementi testuali).

Secondo una ricerca di Engage, l’organo di informazione quotidiana per i professionisti della comunicazione, il nuovo corso della pubblicità televisiva è stato inaugurato dalle imprese storiche.

Il food in pubblicità

Ha cominciato Star, rilanciando il suo classico dado da brodo, facendo leva sul legame fra il prodotto e la tradizione culinaria italiana. Lo spot nasce da un’idea di VMLY&R – originariamente Young&Rubicam – pianificata da Havas Media. Non si cita genericamente il dado, ma “il mio dado Star”, che evoca ricordi d’infanzia, sapori di una volta, calore domestico. Nel video, notiamo una cucina “vintage”, un bambino che prende la carta del dado, ne fa un aeroplanino, che diventa il simbolo di un viaggio nel tempo.

“Il mio dado Star”

Barilla, che ha fatto crescere le famiglie nel suo Mulino Bianco, è riapparsa in televisione con un prodotto di successo, i biscotti Baiocchi, proponendo anche le recenti Minifette. Fabrizio e Paola sono i protagonisti della campagna – firmata Publicis – due persone comuni che vengono colte nei rispettivi momenti di pausa quotidiana, quando consumano prodotti energetici e sani. Al centro del racconto, il consumatore nei ritagli di serenità, grazie a piccoli piaceri che lo accompagnano ogni giorno, ai quali spesso non si dà attenzione, ma che possono fare la differenza.

Lavazza compie cinquant’anni e per l’occasione ha commissionato a VMLY&R una grande campagna di comunicazione. Il titolo “Tutta l’Italia in un caffè, un viaggio lungo 50 anni” promette molto (ritorna l’idea del viaggio nel tempo, come nello spot di Star). E il prodotto principale sul quale puntare non poteva che essere Lavazza Qualità Rossa, un simbolo della bevanda preferita dagli Italiani, entrato almeno una volta in ogni casa.

Il progetto per il mezzo secolo: "Tutta l'Italia in un caffè, viaggio lungo  50 anni" - Comunicaffè
“Tutta l’Italia in un caffè, un viaggio lungo 50 anni”

La campagna globale di Nescafé Gold

Si concentra sull’immagine di una donna che tiene un bambino in braccio la nuova brand platform “Make Your Moment Matter” di Nescafé. Diffusa in tutta Europa, la campagna pubblicitaria è focalizzata sui momenti che contano nella vita delle persone, attimi di felicità ideali per assaporare il prodotto Gold. Anche in questo caso, la scelta di focalizzare l’attenzione su donne e uomini comuni avvicina il consumatore, che diventa parte del brand, protagonista della storia, non soltanto spettatore.

L’alimentazione specializzata per ragazzi è rappresentata in televisione da Nestlè. Nonostante sia più che maggiorenne, il cioccolato Nesquik che “rende il latte prelibato” è un prodotto che piace e che è stato rilanciato con una nuova campagna trasmessa fino al 3 ottobre sui canali Rai, Mediaset, La7, Sky e Discovery. Lo spot, firmato da McCann Spain e adattato da McCannWorldgroup Italia, dà spazio all’immaginazione: un invito ai genitori affinché, durante la colazione, assieme ai bambini si trasformino nei loro personaggi preferiti.

Nesquik racconta quanto è divertente crescere, on air e online
“Crescere è divertente! Buongiorno Sara”

Ferrero riscalda l’autunno con Nutella. La nuova campagna pubblicitaria, realizzata da Ogilvy e pianificata da Mindshare, lancia la collezione di trenta vasetti, a cura di Caffeina ed Enit, disegnata per celebrare le bellezze del Belpaese, da molti riscoperte nell’estate del Coronavirus.

Dalla profumeria alla salute

Ma la pubblicità televisiva non fa conoscere soltanto i prodotti alimentari. Con l’avvicinarsi delle feste natalizie, sbocciano nuovi profumi che invitano lo spettatore a lasciare un ricordo di sé negli altri. L’Oréal Luxe ha scelto Lady Gaga come testimonial della nuova fragranza Valentino “Voce Viva”. Cantante, attrice, artista a tutto tondo, la 34enne newyorkese rappresenta il mondo di oggi dove le donne sono impegnate, ma non trascurano la loro femminilità. 

Il gruppo farmaceutico Angelini è in televisione e sui social da metà settembre per il lancio di un nuovo dentifricio, Tantum Verde Dental. A firmare la campagna sul fronte creativo è l’agenzia Armando Testa, partner di lunga data del gruppo, che ha creato anche il logo per i cento anni di attività dell’azienda marchigiana. Il nuovo prodotto evoca la freschezza dell’omonimo collutorio, ma è specifico contro le infiammazioni delle gengive. Lo storico brand Tantum Verde, così, completa la sua gamma e si rivolge ad un pubblico più vasto. 

Il logo di Angelini creato dall’agenzia Armando Testa

La pubblicità sociale

L’autunno segna anche ritorni, come quello della campagna lasciti testamentari di Unicef Italia, pianificata in TV, su digital e stampa. Firmato dall’agenzia Connexia, il nuovo video è un collage di immagini raccolte durante diverse missioni, nelle zone del mondo in cui l’infanzia è in maggiore difficoltà, dalla Siria alla Somalia. 

L’attivismo sociale, particolarmente apprezzato dai telespettatori, aveva già premiato Unicef in occasione della giornata della donna quando Pandora, brand danese, aveva creato un bracciale, destinando i proventi delle vendite a progetti di istruzione per le bambine. Ora, attraverso la TV, Unicef promuove nuovi interventi in Asia, Africa, America Latina. E, dopo 56 anni di attività, le sue campagne continuano ad accendere i riflettori sui drammi dimenticati.

Lasciti testamentari UNICEF
Unicef

 

Articoli correlati

tiktok pubblicità

Fare pubblicità su TikTok: quale formato scegliere?

Comunicazione, Digital Marketing
creatività pubblicità

Creativi si diventa: come nascono le idee migliori in pubblicità

Comunicazione

E la pubblicità “prende le distanze”

Comunicazione
Torna su