Packaging design: sostenibilità e nuovi trend

packaging; sostenibilità; trend; brand reputation; brand image; marketing; pack; ecosostenibilità; materiali; novità; packaging design

Che cos’è successo negli ultimi anni nel mondo del packaging? Molti dicono che il 2021 ha segnato l’inizio di un grande cambiamento nella comunicazione e anche nella visione del design packaging di moltissime aziende. I settori più coinvolti dai nuovi trend sono quello del food e quello cosmetico. Infatti, con l’emergenza sanitaria, l’e-commerce ha subito una forte impennata e, di conseguenza, il packaging ha dovuto aggiornarsi.

Il fascino dello scaffale ha perso di valore, per lasciare spazio all’acquisto online. Oltre a questo, il packaging ha dovuto aggiornarsi per garantire una sicurezza in più: trasportabilità, efficienza e igiene. Inoltre, anche i materiali utilizzati hanno subito forti cambiamenti. La maggior sensibilità degli ultimi anni verso i temi della sostenibilità ha dato la possibilità di creare nuovi materiali. La possibilità di riciclare l’imballaggio è ormai non solo una nuova sfida ma anche una necessità per moltissime aziende.

Oggi la reputazione del proprio brand si sviluppa anche attraverso l’impegno etico e sociale dell’azienda. Per monitorare l’immagine aziendale L’Eco della Stampa propone un servizio di Monitoraggio della brand reputation. Attraverso il monitoraggio delle opinioni sul proprio brand, scandagliando social network, contenuti digitali e non solo, è possibile incontrare gli interessi dei propri consumatori e intercettarne i bisogni.

Quali sono gli ultimi trend del packaging design?

  • Ecosostenibilità
  • Funzionalità di utilizzo
  • Colori dai toni forti
  • Ispirazioni vintage

Packaging design, dal colore alle forme

Il design del packaging ha subito cambiamenti di colori, forme e ispirazioni. Dal mondo della grafica abbiamo notato motivi geometrici e pattern minimal in bianco e nero, veri protagonisti del packaging design del 2021. Un altro trend molto utilizzato è stato quello di far interagire il prodotto con il pack, dando spesso una lettura ironica e divertente al prodotto stesso, attraverso innovativi trattamenti di stampa e trasparenze.

Nel 2022 ritorna il colore, anzi, con un’esplosione di vivacità. Sarà la voglia di spensieratezza di cui tutti abbiamo bisogno. Oltre a questo però si conferma una tendenza molto amata, il vintage packaging. Infatti i packaging d’ispirazione vintage sono sempre di grande impatto, così come l’uso di materiali particolari appartenenti al passato.

Si tratta della tendenza a voler viaggiare nel passato, per recuperare la semplicità e la qualità dei prodotti di un tempo. In questo caso i colori si fanno più tenui, perfetti per accompagnare materiali sostenibili, spesso i veri e propri protagonisti del nuovo packaging.

Sostenibilità nel design del 2022

Come abbiamo detto, uno dei cambiamenti che ci poteremo nei prossimi anni è l’attenzione all’ecosostenibilità dei materiali. Stanno nascendo materiali altamente tecnologici, studiati proprio con lo scopo di avere un basso impatto sull’ambiente

Infatti, sembra non essere più sufficiente creare materiali riciclabili, ma l’intento è quello di ampliare la visione della sostenibilità, andando a valutare dei materiali che siano a basso impatto già a partire dalla loro produzione. Infatti, l’impatto ambientale andrebbe considerato non tanto dal momento in cui il prodotto viene usato e buttato, ma piuttosto a partire dai materiali e dalle risorse coinvolte nella fase della produzione. Si tratta di condividere e, allo stesso tempo, creare valore. Ormai, più che una tendenza si tratta di una mossa indispensabile per la sopravvivenza del pianeta.

Questa consapevolezza maggiore, ha già coinvolto molte aziende italiane. Ad esempio, il Gruppo Ferrero ha annunciato un nuovo impegno in questi termini: rendere il suo packaging 100% riutilizzabile, compostabile o riciclabile entro il 2025. Allo stesso modo, la Barilla ha dato vita a diverse iniziative come la “Carta del Mulino”. Un vero e proprio disciplinare di regole per la coltivazione sostenibile del grano tenero, per la tutela della biodiversità e dell’ambiente.

Le nuove opzioni di imballaggio alimentare ecologico oggi avvolgono prodotti in materiali grezzi, come cartone, carta. Per quanto riguarda i colori questi materiali vengono accostati a vernici e palette che esaltano la naturalità del prodotto.

Persino il lettering grafico è stato coinvolto da questo trend. Proprio per questo è sempre più facile individuare a colpo d’occhio un prodotto Green. Questa tendenza viaggia a metà tra l’intenzione di posizionarsi come imballaggio sostenibile e la volontà di rimarcare un prodotto che comunichi qualità ed eccellenza.

Il Nude packaging

Quella dei prodotti a vista è un’altra tendenza sempre più amata dai consumatori. Gli incarti pieni di scritte sono stati sostituiti da pellicole trasparenti, soprattutto nel settore food, per dare massimo risalto al prodotto stesso. Questo trend ricalca l’onda dell’artigianalità. I brand vogliono far percepire tutta l’attenzione e la cura messa nei loro prodotti, esibendoli in tutta la loro realtà, celando sempre meno. Il Nude Packaging diventa sinonimo di qualità, artigianalità. Molto apprezzato dai clienti, che preferiscono vedere cosa stanno comprando.

 

Articoli correlati

Green marketing; sostenibilità digitale; digital marketing; libri sul marketing; strategie aziendali;

Il Green marketing e la Sostenibilità digitale nel business

Digital Marketing, Economia
social; facebook; Instagram; linkedIn; social media; brand; branding; L'Eco della Stampa

Social advertising: ecco come scegliere il social giusto per il proprio brand

Comunicazione, Digital Marketing, Social Media Monitoring

Design Thinking e Design Sprint: che cosa sono?

Comunicazione, Digital Marketing, Entertainment, Informatica, Media Intelligence, Media Monitoring, Ricerca
Torna su