Quando la satira conquista la Rete: il successo degli Actual

Ricorderemo questa estate per il Coronavirus, ma anche per la generosità degli artisti italiani che ci hanno aiutato a superare le fasi più drammatiche dell’epidemia, strappandoci un sorriso. Fra tutti, meritano sicuramente un plauso gli Actual, duo comico formato da Lorenzo Tiberia e Andrea Venditti. Attori romani, gli Actual sono attivi in Rete dal 2014 e il loro repertorio dissacra l’attualità, senza mai arrivare al dileggio, ma con sana ironia.

Il loro primo successo si deve alla video-parodia dell’inchiesta “Mafia Capitale”. Ispirandosi ad una scena cult di “Romanzo criminale”, il film di Michele Placido, gli Actual hanno realizzato un cortometraggio dal titolo “Romanzo Capitale”. Altro boom del duo, un lavoro sulle elezioni del presidente della Repubblica, con la partecipazione di Francesco Pannofino.

In questa stagione che volge al termine, Lorenzo e Andrea non si sono mai fermati. Gli Actual hanno realizzato la prima serie italiana trasmessa interamente su Facebook, dove sono seguiti da oltre 300 mila persone.

Fregene 37.1 è la sit-com di nove episodi che racconta le nuove abitudini dei vacanzieri sulle spiagge laziali. Sullo schermo, i due attori diventano “sceriffi della prevenzione anti-Coronavirus”. Armati di termometri ad infrarossi, Lorenzo e Andrea vengono assunti per scandagliare all’ingresso di uno stabilimento balneare di Fregene ogni avventore, “perché anche 37.1 dall’uomo italiano è considerato un febbrone!”.

Gli Actual

Con “Fregene 37.1” avete fatto il botto! Immaginavate di diventare così social? Qual è il segreto del successo dei contenuti che avete pubblicato questa estate?

“Il nostro pubblico ci segue da tanto tempo e il successo di Fregene 37.1, probabilmente, è dovuto al fatto che utilizza un linguaggio e uno stile televisivo, diverso da quello dei classici video che girano sul web. La nostra, infatti, è una serie TV che, per la prima volta, sbarca sui social network”.

La comicità nell’era 2.0: il grande pubblico vi ha conosciuto grazie a video ironici, che hanno spopolato in Rete, sugli stereotipi e sui problemi della Capitale. Come si fa a far ridere oggi? Il feedback degli utenti si può comprendere con un like o vi manca il contatto diretto?

“Il segreto consiste nel raccontare cose in cui la gente si riconosce: facciamo ridere così. Sicuramente, il contatto diretto è un’altra esperienza rispetto alla Rete o alla televisione, che offrono sensazioni molto più forti ed immediate… ma chissà che non possa accadere, in futuro, di realizzare un progetto «Actual» anche a teatro!”.

Il logo della serie televisiva trasmessa sui social network

La parodia del cinema è un genere al quale ricorrete spesso. È così tanto fonte di ispirazione il grande schermo?

“Sì, molto. Abbiamo realizzato diverse parodie di film e abbiamo sempre riscosso un grande successo tra i nostri followers. Ad esempio, Romanzo Quirinale, Sobboro, parodia di «Suburra», Pablo Escobangla, La casa di Conte“.

La comicità può avere un contenuto sociale? Si può educare attraverso una risata?

“Sì, la comicità da sempre si ispira a momenti storici anche non propriamente facili. Ecco perché crediamo che un video divertente possa educare il grande pubblico e il messaggio sociale si possa veicolare meglio”.

Avete progetti in cantiere?

“Continueremo a creare contenuti, probabilmente faremo una nuova serie, mantenendo gli stessi personaggi di «Fregene 37.1» catapultati, però, in un altro contesto… che scoprirete presto!”.

Per il web o per la televisione?

” Chissà… non anticipiamo nulla!”.

In bocca al lupo dall’Eco della Stampa a Lorenzo e ad Andrea!

actual
Il set di “Fregene 37.1”

L’immagine di copertina è del fotografo Jacopo Di Cera

 

Articoli correlati

Torna su