Social Media Academy, l’esperienza della Marina Militare nella comunicazione digitale

Si è chiusa la quinta edizione della Social Media Academy, con un focus speciale sulla presentazione “Il ruolo dei social media nella strategia di comunicazione della Marina Militare” tenuta dal comandante Mauro Panarello dell’Ufficio Pubblica Informazione e Comunicazione della Marina Militare.

L’obbiettivo principale dell’Academy è il confronto tra colleghi che lavorano negli uffici stampa, marketing e comunicazione in settori molto diversi tra loro ma con la caratteristica comune dell’impegno sui social media. In pratica, un’occasione unica per esplorare un mondo nuovo ma sempre più fondamentale per le attività di PR e di comunicazione di aziende e istituzioni.

Così, partendo dall’importanza della comunicazione e dall’organizzazione di una realtà ampia e articolata come la Marina Militare che abbiamo preso a modello siamo arrivati al dettaglio dei singoli strumenti (con tanto di avvertenze e “trucchi del mestiere”), aprendo uno scorcio sull’esemplare ecosistema di comunicazione che ha saputo creare.

Un ecosistema fiorente e all’avanguardia nell’utilizzo dei canali social media.

Fin da subito è emerso il modo in cui i valori fondanti dello stile, del galateo, della disciplina e delle regole vengono tradotti in linee guida e piani editoriali che danno forma e “tono di voce” alla comunicazione di ogni giorno.

Il piano editoriale prevede un approccio fondamentalmente diverso per ogni tipo di social media. Questo deriva dalle diverse caratteristiche del canale ma soprattutto dal pubblico al quale la Marina si rivolge. Il tutto con l’obiettivo di realizzare una efficace comunicazione integrata.

Così Twitter si colloca al primo posto per quanto riguarda le comunicazioni più istituzionali. E’ su Twitter che operano i giornalisti di tutto il mondo coprendo eventi in corso di svolgimento con grande tempestività.

Facebook invece è il canale del dialogo, soprattutto da quando gli algoritmi premiano le risposte ai commenti e i messaggi diretti, preferendo i valori dell’engagement ad altre metriche. Su Facebook si raccontano le storie di uomini e donne, militari e civili della Marina Militare italiana. Cerimonie, eventi, missioni, routine e compiti delle persone che hanno scelto di dedicare la propria vita al servizio dell’Italia.

https://www.facebook.com/MarinaMilitareOfficialPage/

Su Instagram la comunicazione della Marina viene veicolata dalle immagini più simboliche e coinvolgenti, che testimoniano un impegno che raggiunge ogni angolo del globo.

La foto fatta per la cena di Natale 2017 presso la base italiana in Gibuti ne è un esempio evidente.

I video online sul canale YouTube della Marina sono tantissimi, ricchi di immagini, riprese spettacolari e uniche che raccontano la vita della Marina nelle varie aree e formati, dal taglio giornalistico, con le videonews, alle dirette streaming a quelle di vita “ordinaria” come il video della “Sveglia mattinale per gli allievi dell’Accademia Navale”, con una cifra di ben 820 mila visualizzazioni che non sorprendono però chi conosce in modo approfondito il pubblico e le logiche del coinvolgimento sui social.

Domande ed interventi durante la presentazione ci hanno aiutato ad approfondire tantissimi aspetti e curiosità.

Un’esperienza unica sotto molteplici aspetti, contraddistinta dal clima di condivisione produttiva che si crea sempre trai partecipanti all’Academy.

Un grazie speciale a chi ha tenuto una testimonianza così interessante, ma anche ai tanti partecipanti. A presto con la prossima edizione e nuove testimonianze!

 

Articoli correlati

Zuckerberg macron

Francia e Facebook annunciano una partnership contro l’incitamento all’odio online

Comunicazione, Social Media Monitoring
professionisti

Anche i professionisti devono fare monitoraggio dei social media

Media Intelligence, Social Media Monitoring
contentware

Contentware Summit 2018: tutti i contenuti e gli speaker

Digital Marketing, Media Intelligence
Torna su