Instagram, Twitch, Tik Tok: i social della generazione Z

Facebook è per i cinquantenni, Twitter troppo settoriale, Instagram ormai una vetrina pubblicitaria. Sono molti i giovani e giovanissimi costantemente connessi che, mano a mano che i social media si popolano delle generazioni successive, migrano. Secondo uno studio dell’Università Niccolò Cusano, nel 2016 sette ragazzi su dieci di età compresa tra i 13 e i 17 anni si connettevano quotidianamente a Facebook. Oggi, nella stessa fascia, il 51% preferisce Instagram che, però, conquista nuovi utenti tra gli utenti dai 25 anni in poi. Dove andranno, a questo punto, gli adolescenti e quali saranno quindi i prossimi social preferiti dai giovani?

Adolescenti e social: il 45% è sempre connesso

I ricercatori dell’Unicusano hanno studiato le abitudini mediatiche e social della Generazione Z in Italia proprio per capire quali sono le abitudini di connessione degli adolescenti. Quasi tutti tra i 14 e i 34 anni hanno la possibilità di connettersi a internet, e ben il 45% dichiara di essere sempre connesso.

La connessione, che sempre più spesso avviene tramite smartphone, è utile per navigare sul web, comunicare, giocare e utilizzare i social network. L’app più diffusa resta Whatsapp, utilizzata per scambiarsi messaggi, foto e audio da tutti i ragazzi tra i 15 e i 24 anni. Dal punto di vista dei social, invece, si segnala il calo drastico di Facebook e la crescita costante dell’utilizzo di Instagram e Tik Tok. Piacciono di più anche perché, sempre secondo la ricerca universitaria, “permettono maggiore interazione, tengono lontani da politica e da fake news, prediligono le fotografie alle parole e si nascondono meglio dalla supervisione di genitori e adulti.”

giovani social network

Quali sono i social preferiti dai giovani?

Al primo posto dei social più utilizzati dagli adolescenti c’è Instagram. Non è una sorpresa, considerando che continua ad essere in forte ascesa come confermano gli investimenti pubblicitari e la nascita di vere e proprie professioni come quella del content creator o dell’influencer. Colpisce come il 37% dei giovani intervistati da Unicusano dichiari di ritenere utile la pubblicità su Instagram.

Dall’Asia arriva invece Snow che conta 200 milioni di utenti nel mondo, soprattutto giovani e giovanissimi. Propone funzioni simili a Snapchat, ma anche a Musica.ly Tik Tok, il vero fenomeno tra i nuovi social: permette, infatti, di scattare selfie e videoselfie utilizzando filtri, stickers e realtà aumentata.

Altrettanto conosciuta e utilizzata è Twitch, una piattaforma di streaming di proprietà di Amazon che permette di trasmettere live direttamente dal proprio pc. La nicchia di utenti da cui è più amata sono i gamer: infatti molti dei contenuti in diretta riguardano proprio i videogiochi. 

Il fenomeno Musical.ly Tik Tok

Chiudiamo la rassegna dei social più amati dagli adolescenti con Musical.ly, un vero e proprio fenomeno globale che ha creato vere e proprie celebrità come Baby Ariel oppure le gemelle tedesche Lisa & Lena che hanno portato il loro live anche in Italia. Oggi è diventato Tik Tok e, all’inizio del 2018, ha fatto registrare un boom di download superando quota 40 milioni. Gli utenti di questo social sono principalmente ragazzi e ragazze di età compresa tra i 13 e i 20 anni che condividono video della durata massima di un minuto in cui cantano e ballano le canzoni del momento. 

La piattaforma prevede poi filtri ed effetti, nonché la possibilità di rallentare o velocizzare la ripresa. L’età media degli utenti nel mondo è 15 anni e ben il 70% di essi sono ragazzine. In Italia la crescita è stata repentina tra il 2017 e il 2018 quando si contavano 4 milioni di iscritti che utilizzano l’app per almeno 30 minuti al giorno. Tra i trend lanciati dall’app, i balli scatenati con gli amici, i lip dub o gli assoli canori veri e propri. 

Gli account più di successo arrivano a 20 milioni di follower e, secondo le stime di Forbes, un post sponsorizzato può valere fino a 300.000 dollari. Un vero e proprio fenomeno commerciale che parla direttamente alla generazione Z che ha attecchito anche in Italia.

Ci sono, infatti, “muser” (così vengono chiamate le giovanissime star di Musical.ly Tik Tok) di successo. Tra le prime, Iris Ferrari e Elisa Maino, entrambe sedicenni, ora avviate ad una carriera nello show biz tra libri e cinema. C’è poi Valeria Vedovatti che, riproducendo i video in trending con il suo stile, si è fatta conoscere in tutto il mondo fino a conquistare il premio come “Nuova Star preferita” ai Kids Choice Awards 2019. Un successo che supera i confini nazionali, e che ha già attirato lo sguardo dei marketers.

 

Articoli correlati

spark ar studio

Spark AR Studio e i filtri in realtà aumentata (su Instagram e Facebook) raccontati da Piotar Boa

Digital Marketing, Influencer
banche sui social

Banche sui social: opportunità o tranello?

Digital Marketing, Media Intelligence
pubblica amministrazione su instagram

Pubblica Amministrazione su Instagram per informare e coinvolgere

Comunicazione, Digital Marketing
Torna su